Spettacoli teatrali nei teatri off di Roma

Disturbi

AVVISO AI SOCI
dal 08 novembre 2019 alle 21:00 al 10 novembre 2019 alle 23:00
Venerdì, Sabato: 21:00
Domenica: 18:30
Disturbi
Quota ingresso non specificata + €2,00
dal 08 novembre 2019 alle 21:00 al 10 novembre 2019 alle 23:00
Venerdì, Sabato: 21:00  Domenica: 18:30 
Prezzo:  Quota ingresso non specificata + €2,00  (0689527016 per prenotare)
Teatro:  Teatro Ivelise
Genere:  Tanztheater 
Autore: Olivia Balzar e Ilaria Palomba
Regista: Olivia Balzar
Sinossi:
"Disturbi" è uno spettacolo ispirato al romanzo di Ilaria Palomba "Disturbi di luminosità"(Gaffi, 2018) dove recitazione, teatro danza, musica e arti visive si incontrano dando vita ad una narrazione destrutturata in cui coesistono suggestioni classiche e pop. Disturbi è un grido furioso, sarcastico e spietato. Apparentemente un lavoro sul disturbo borderline, in realtà Disturbi è anche una diagnosi sociale, lo spettro di una schizofrenia affettiva indovata nel sangue della nostra epoca di perdizione. Se Dio è morto, allora tutto è permesso, diceva Dostoevskij; qui siamo nella pletora della dissolvenza, dove ogni forma di appiglio a una realtà solida svanisce, allora tutto è permesso ma nulla si muove. Nessuna relazione affettiva è salva dalla prolificazione del desiderio, siamo tutti disturbati, tutti cerchiamo amore senza riuscire a darlo. Disturbi è un viaggio nel narcisismo collettivo, nella ricerca spasmodica di una salvezza, di un dio qualunque cui ancorarsi per superare la scomparsa dell’io.

Nessuno ha nome, a partire dalla protagonista, tutti sono archetipi, simboli, voci. La donna senza nome; la sua crudele amica immaginaria; Lui: l’archetipo del salvatore, Narciso: l’archetipo del bello e dannato, narcisista, crudele, manipolatore, specchio; L’Oracolo: psicoanalista e saggio venuto dal passato; Loro: coro della tragedia greca, ma anche voci della coscienza, predizioni.

Disturbi è un viaggio nell’inconscio della malattia del disamore, della dipendenza affettiva, dello spaesamento dell’umano di fronte a un mondo i cui antichi valori sono ormai perduti. Ma Disturbi è anche un viaggio verso la catarsi, alla scoperta del vero sé.